Alici marinate agli agrumi, Pan Carré di Cavolfiore con Avocado ed Insalata di Verza

Questa ricetta è stata preparata da Rosa & Andrea

  • Alici marinate agli agrumi
  • Pan Carrè di Cavolfiore con avocado, semi di sesamo e aceto balsamico
  • Insalata di Verza marinata al limone con uvetta e mandorle

Ingredienti:

Dosi per: 2 persone
Preparazione: da 30 min

Allora questa preparazione non è proprio velocissima. Vi abbiamo fregato ;)

Le alici marinate sono molto semplici da preparare. Richiedono però molta cura e tempi lunghi di preparazione, soprattutto se non le acquistate già abbattute.

Volevamo comunque proporvela in quanto è una preparazione a cui teniamo molto e a cui riesce a esaltare il gusto delle alici mantenendone intatti i valori nutrizionali.

Non venendo però cotte bisogna fare in modo di eliminare qualsiasi rischio relativo alla presenza di microrganismi patogeni. E l’abbattitura allunga purtroppo la preparazione.

Prendete questa ricetta come un regalo. Se desiderate una preparazione molto più veloce potete semplicemente fare delle buonissime alici al forno pronte in 15 min.

Alici marinate agli agrumi

Per le alici marinate:

  • 500 gr di alici fresche (abbattute)
  • 200 ml di aceto di mele bio
  • 400 ml di vino bianco fermo
  • il succo di 1 limone (per la marinatura)
  • il succo di 1 limone (per il condimento)
  • 20 gr di prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • la scorza di un arancio
  • 100 gr di sale marino (fino)
  • pepe macinato fresco

Per le alici al forno:

  • 500 gr di acciughe
  • 100 gr di mandorle pelate
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco
  • 5 C olio extra vergine d’oliva
  • sale marino
  • pepe nero macinato fresco

Per il pan Carré di cavolfiore:

  • 1 testa di cavolfiore piccola (500 – 550 gr)
  • 2 uova intere
  • 3 C di farina di mandorle
  • 1⁄2 c di sale marino
  • 1 c di origano secco
  • pepe nero macinato fresco
  • 1⁄2 avocado
  • 1 C di semi di sesamo

Per l’insalata di Verza:

  • 300/350 gr. di verza
  • il succo di 1 limone
  • 3 C di olio extravergine d’oliva
  • 2 C di uvetta sultanina
  • 50 gr. di mandorle pelate

Preparazione:

Alice marinate

Per le alici marinate:

Abbattitura:

1. Indossa dei guanti in lattice monouso. Stacca la testa delle alici, scorri il pollice lungo il ventre per aprirle a libro e per poterle deliscare. Tira via la lisca centrale. Pulisci dalle interiora aiutandoti con della carta da cucina. (Ricorda: Non vanno mai lavate sotto l’acqua per questa preparazione). Fai molta attenzione a non dividere in due metà il pesce .

2. Prendi della carta da forno, disponi le alici affiancate (senza sovrapporle), copri lo strato di alici con un altro foglio di carta forno e ripeti il procedimento fino ad esaurimento delle alici. Avvolgi il tutto con una pellicola trasparente cercando di chiudere bene il tutto.

3. Metti le alici in congelatore per almeno 48 ore.

Marinatura:

1. Trascorse le 96 ore, togli le alici dal congelatore, mettile in un colapasta e cospargi ogni strato con il sale fino. Lasciale stare per circa 2 ore.

2. In una piccola ciotola con un po’ di aceto di mele passa le alici, una alla volta, nell’aceto per eliminare il sale in eccesso.

3. Prepara la marinatura mettendo in un contenitore capiente (una terrina larga è ideale) l’aceto di mele, il vino bianco e il succo di un limone, e sistema all’interno i filetti di alici ben puliti l’una accanto all’altra.

4. Copri con della pellicola trasparente e lascia riposare per almeno 3 ore a temperatura ambiente (tenderanno a schiarirsi leggermente)

5. Trascorso il tempo, asciuga le alici con della carta assorbente e disponile in un piatto da portata.

6. Condisci con l’olio extra vergine d’oliva, il prezzemolo fresco tritato, il succo di un limone, del pepe nero macinato al momento e la scorza d’arancio grattugiata.

Per le alici al forno:

1. Preriscalda il forno a 180°.

2. In un mixer unisci le mandorle, il prezzemolo fresco, l’aglio privato della buccia, un
pizzico di sale e una spolverata di pepe. Frulla qualche secondo.

3. Metti il mix in una ciotola, aggiungi 3 C di olio extra bergino d’oliva e mescola per amalgamare il tutto.

4. Pulisci le alici togliendo la lisca centrale, apri a libro e lavale per bene. Tampona delicatamente con della carta assorbente.

5. Disponile in una pirofila unta con l’olio rimasto e coprile con il trito di mandorle.

6. Inforna per circa 10/15 min

Per il pan carré di cavolfiore:

1. Preriscalda il forno a 220°c.

2. Taglia le cimette del cavolo e cuocile a vapore per 3-5 minuti (non devono essere troppo cotte).

3. Metti le cimette in un frullatore e frulla per qualche secondo (non troppo altrimenti diventerà una vellutata).

4. Metti il cavolfiore frullato in un canovaccio di cotone e posizionati sopra una ciotola abbastanza larga (per raccogliere il liquido), chiudi il canovaccio e strizza l’acqua in eccesso dal cavolfiore.

5. Lascia il cavolfiore riposare per qualche minuto e strizza un’ultima volta (Dovrà risultare un purè asciutto e leggermente grumoso).

6. All’interno di una bowl mischia tutti gli ingredienti insieme al purè di cavolfiore e mescola con l’aiuto di un cucchiaio fino a formare un morbido impasto. (Non dovrà essere troppo compatto ma neanche troppo liquido, se così fosse aggiungi farina di mandorle).

7. Stendi l’impasto a forma di pizza (o rettangolare) in una teglia ricoperta di carta forno (Cerca di non farlo troppo sottile altrimenti rischierà di creparsi, il nostro è di circa 1 cm).

8. Cuoci dai 20 ai 30 min o fino a che non risulterà dorato in superficie.

9. Servi con delle fette di avocado ed una spolverata di semi di sesamo

Per l’insalata di verza:

1. Metti in ammollo l’uvetta.

2. Affetta finemente la verza che avrai precedentemente lavato ed asciugato.

3. Massaggia la verza con il succo di limone e lascia riposare per almeno 20 minuti. ( per dimezzare i tempi di macerazione scegli le foglie centrali più tenere)

4. Tosta le mandorle con un pizzico di sale marino facendo attenzione a non bruciarle. Tagliale successivamente a lamelle.

5. Completa l’insalata di verza marinata al limone con l’olio extravergine d’oliva, l’uvetta e le mandorle.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti chiedo un piccolo favore. Un click sul pulsante +1 qui sotto. A te non costa niente, per me vale moltissimo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi su Facebook ⇒
+