Permeabilità intestinale (leaky gut): sintomi, test e rimedi

Dopo quasi 20 anni di insonnia, reflusso gastrico, stanchezza cronica, colon irritabile, dermatite e molto altro, tutti i problemi stanno arrivando ad una fine.

Negli ulitmi due anni, ho lasciato tutto e mi sono messo a cercare per capire quale fosse il problema e soprattutto come risolverlo. In questo periodo di tempo, ho effettuato oltre 100 test diagnostici, ho letto più di 70 libri su scienza e nutrizione e consultato qualche migliaio di articoli online tra blog, studi e ricerche.

Uno potrebbe chiedersi, ma perché non sei andato dal medico?

In realtà, ci sono andato. In due anni di tempo, ho effettuato almeno 50 visite mediche con specialisti di ogni genere. Alla fine, la diagnosi era sempre la stessa: “lei è stressato, cerchi di stare tranquillo”. I più insolenti mi hanno anche prescritto tranquillanti, sonniferi ed antidepressivi. Tutta merda che io non ho mai preso.

Tutto quello che ho scoperto, è stato comunque meraviglioso. E non riesco ancora a capacitarmi di come nessuno tra i medici che ho incontrato, mi abbia mai parlato di leaky gut, sensibilità al glutine, stanchezza surrenale (adrenal fatigue) ed altro ancora. Senza parlare di esami diagnostici necessari in questi casi e che ho scoperto leggendo e navigando come il cortisolo salivare o il test dei due zuccheri per la permeabilità intestinale. I test di Cyrex Labs non li nomino neppure per decenza. La risposta dei medici invece era sempre e solo stress, stress ed ancora stress. Tant’è che alla fine, ero davvero stressato! 😉

C’è ancora un pochino da fare, ma ci siamo quasi e la strada è certamente quella giusta.

Cos’è la Leaky gut o aumentata permeabilità intestinale?

Il tratto gastrointestinale è composto da cellule che sono strettamente disposte e connesse da giunture ben serrate. Il tratto digestivo si infiamma come risultato di una cattiva digestione, stress elevato e molti altri fattori. Questa infiammazione compromette le giunture, permettendo a particelle di cibo indigerito, tossine e batteri di entrare nel circolo sanguigno. Una volta che queste particelle di cibo vengono assorbite, il sistema immunitario reagisce ed inizia ad attacarle poiché le considera come sconosciute e quindi una minaccia. Questo crea un circolo vizioso che genera altra infiammazione e che a sua volta promuove ulteriore permeabilità intestinale.

Questa condizione richiede solitamente anni per svilupparsi. Come il tratto gastrointestinale si danneggia, le cellule perdono la capacità di digerire il cibo a causa di una carenza enzimatica. E questo nel tempo può portare a malnutrizione, infiammazione, sovracrescita di funghi e batteri, intolleranze alimentari ed un sistema immunitario iperattivo.

leaky-gut

Come misurare la permeabilità intestinale?

Il metodo attuale e più diffuso (eppure mai abbastanza) per diagnosticare la permeabilità intestinale è il test del lattulosio e mannitolo. Il test è semplice da eseguire (bere soluzione zuccherina e poi raccolta urine) e ci consente (o almeno dovrebbe) di valutare la permeabilità della parete intestinale, e la sua capacità funzionale di assorbimento.

L’assorbimento del lattulosio indica una lacerazione nella barriera intestinale con conseguente permeabilità intestinale. Contro ogni credenza popolare però, l’assorbimento di questa piccola molecola indica una minuscola perdita anziché una vera e propria lacerazione. Infatti il lattulosio ha una dimensione molecolare relativamente piccola ed il trasferimento di questa sostanza attraverso le membrane intestinali non riflette la situazione di un trasferimento di una proteina del cibo e della relativa risposta immunitaria.

Inoltre, il test del lattulosio e mannitolo misura il trasferimento di piccole molecole solo attraverso lo spazio paracellulare ma non quello transcellulare. Per cui, l’identificazione della permeabilità intestinale dovrebbe essere diagnosticata utilizzando grandi molecole comparabili alla dimensione delle proteine del cibo, che sono antigeniche e mettono a dura prova il sistema immunitario.

test-due-zuccheri

Da qualche anno esiste però un nuovo test, certamente più dispendioso, ma molto più affidabile e dettagliato del test appena citato per la diagnosi della permeabilità intestinale. Questo test è brevettato da Cyrex Labs con il nome di Intestinal Antigenic Permeability Screen – Array2.

Come funziona questo test?

L’Array 2 misura gli anticorpi contro le endotossine batteriche (lipopolisaccaridi), le proteine delle giunture (occludina e zonulina) e il citoscheletro della cellula (actomiosina) ed identifica sia i percorsi transcellulari che paracellulari della penetrazione della barriera intestinale da parte di grandi molecole con capacità di mettere alla prova il sistema immunitario.

In sostanza, la misurazione di questi anticorpi può essere utilizzata come un indicatore precoce di problemi gastrointestinali e malattie autoimmuni. Di seguito i risultati del mio test effettuato il mese scorso.

Cyrex-array2-test-results

Occludina

L’occludina è parte del principale componente delle proteine che mantengono insieme le giunture dell’intestino. Gli anticorpi dell’occludina indicano che le giunture si stanno sfaldando.

Zonulina

La zonulina è una proteina che regola la permeabilità dell’intestino. Gli anticorpi contro la zonulina indicano che la normale regolazione delle giunture è compromessa.

Secondo le ricerche del Dr. Fasano, sappiamo che i due principali fattori scatenanti della zonulina sono il glutine ed i batteri nel piccolo intestino. Quindi una SIBO non curata, un overgrowth di candida o la presenza di parassiti possono rappresentare una minaccia per l’intestino con possibile sviluppo di permeabilità intestinale.

In un articolo della rivista medica Diabetes, gli autori scrivono:

abbiamo recentemente scoperto una nuova proteina, la zonulina, che modula la permeabilità intestinale smantellando le strette giunture intercellulari (sapone et al 2006) – questa proteina, quando alterata, sembra avere un ruolo chiave nella patogenesi delle malattie autoimmuni.

Actomiosina

La rete dell’actomiosina è un complesso di proteine che regola la funzione della barriera intestinale mantenendo la plasticità delle giunture. Gli anticorpi della rete dell’actomiosina sono un indicatore della disregolazione della barriera intestinale attraverso l’infiltrazione cellulare.

Lipopolisaccaridi

Il lipopolisaccaride è una molecula composta da un lipide ed un polisaccaride. E’ un componente della membrana di superficie dei batteri gram-negativi che si trovano nel tratto gastrointestinale. I batteri gram-negativi includono: E. Coli, Salmonella, Sighella, Pseudomonus, Helicobacter, Legionella, Wolbachia. Come un’endotossina, i lipopolisaccaridi aumentano la carica negativa della membrana batterica e promuovono la sovraregolazione delle citochine pro-infiammatorie.

Gli anticorpi dei lipolisaccaridi appaiono per:

  • sindrome della stanchezza cronica
  • infezione batterica gram-negativa
  • permeabilità intestinale aumentata
  • depressione
  • sindrome di Miller-Fisher
  • sindrome dell’intestino corto

Significato clinico

I lipopolisaccaridi sono endotossine batteriche che stimolano una forte risposta immunitaria. La rilevazione di anticorpi contro i lipopolisaccaridi indica un’infiltrazione di endotossine macromolecolari nella barriera intestinale e nella circolazione sistemica. Questo provoca un’aumentata permeabilità intestinale che a sua volta causa infiammazione sistemica.

I risultati del mio esame indicano quanto segue:

– scomposizione di occludina / zonulina. Le IgM indicano che si tratta di un problema abbastanza recente.

– la presenza di lipopolisaccaridi implica che c’è disbiosi intestinale e che potenzialmente si stanno producendo endotossine che si stanno infiltrando attraverso la barriera intestinale.

Questo significa che c’è una decomposizione dell’integrità della barriera intestinale da parte degli antigeni batterici attraverso lo spazio paracellulare.

Reazioni autoimmuni multiple e diagnosi precoce

L’incidenza della malattie autoimmuni è sempre in crescita.

malattie-autoimmuni

La parte più complicata però per chi ha problemi autoimmuni è: come poterli testare prima che sia troppo tardi?

Esistono oltre 80 malattie autoimmuni classificate che, nella loro fase iniziale, manifestano sintomi molto simili. Purtroppo, per la diagnosi, la medicina convenzionale attende che la malattia autoimmune abbia distrutto articolazioni, tiroide, cervello, ghiandole surrenali, fegato fino all’esaurimento.

Per esempio, il test standard non diagnostica la malattia di Addison (una malattia autoimmune a carico delle ghiandole surrenali) fino a quando il 90% o più delle ghiandole surrenali non è stato distrutto. Fino a quel momento, la persona può avere per mesi, anni o una vita intera, un’esistenza miserabile, cronicamente stanca ma senza alcuna diagnosi, perché non abbastanza tessuto è stato distrutto.

Per cui, alla fine, la diagnosi provvisoria sarà sempre: “lei è stressato. E forse anche depresso. Si faccia vedere da uno psicologo”.

Oggi però esiste un modo per scoprire il problema con un certo anticipo. Ovvero attraverso l’Array 5 di Cyrex Labs con il nome di “Multiple Autoimmune Reactivity Screen – Array 5“.

L’Array 5 esamina gli anticorpi in 24 tessuti del corpo. Questi anticorpi indicano una reazione autoimmune contro uno specifico tessuto. Ovvero se il sistema immunitario sta erroneamente attacando e distruggendo un dato tessuto.

Le ultime ricerche mostrano che possiamo utilizzare gli anticorpi come indicatori precoci per le sviluppo di malattie autoimmuni. Come questi anticorpi progrediranno velocemente verso una malattia autoimmune dipende da molti fattori come la selezione delle cellule immunitarie positive e negative, i geni regolatori autoimmuni, la permeabilità intestinale ed altro ancora.

Un risultato positivo dell’esame quindi può significare che il soggetto è propenso a sviluppare una particolare malattia autoimmune.

E ciò permette alla persona di bilanciare il proprio sistema immunitario attraverso la dieta, stile di vita, integrazioni e quant’altro di utile a prevenire lo sviluppo della malattia.

Di seguito i risultati del mio test.

Cyrex-array5-test-results

Appena ho visto i risultati, sono rimasto un po’ scioccato, visto che oltre ai risultati “out of range”, Cyrex suggerisce di considerare i risultati “equivocal” come se fossero “out of range”. Poi però, ho pensato a quanto fosse importante scoprire tutto questo oggi, e non tra qualche anno, magari con lo sviluppo di problemi più seri.

Gli anticorpi dei test “out of range” indicano che questi tessuti sono sotto attacco e che non agendo, vi è una buona possibilità che da qui a 10 anni si presentino le seguenti malattie autoimmuni:

  • Phospholipid: lupus eritematoso, sindrome antifosfolipidica, diabete mellito non-insulino dipendente
  • Cerebellar: autismo, morbo celiaco, atassia da glutine, sindrome della degenerazione cerebrale paraneoplastica, sindrome opsoclono-mioclono

Per tutti gli altri, vi rimando alla brochure esplicativa, cliccando sui seguenti link:

Se effettuate questo test e risultate positivi alla maggior parte dei tessuti, non andate nel panico. Non significa che il sistema immunitario sta attaccando l’intero organismo. Significa invece che la presenza di Candida o del virus Epstein-Barr ha falsato i risultati.

Fegato e permeabilità intestinale

Il fegato è un organo multi-funzionale che ha già abbastanza da fare, senza alcuna necessità di dover smaltire anche le tossine permeate dall’intestino.

Se poi, oltre alle tossine ambientali, le contaminazioni del cibo e la presenza di agenti chimici nei prodotti che utilizziamo ogni giorno, consideriamo il fatto che le intolleranze alimentari rappresentano una fonte primaria di tossine addizionali che sovraccaricano il fegato, ecco che, questo povero organo inizia ad annaspare.

L’intestino ha un ruolo fondamentale nella detossificazione dell’organismo, essendo responsabile per circa il 50% di questa attività. Le tossine ambientali ed intestinali hanno la potenzialità di compromettere il nostro stato di salute. Quando tutto funziona alla perfezione, il fegato filtra e trasforma le sostanze tossiche in innocue che possono poi essere eliminate attraverso le feci e l’urina.

Quando però la detossificazione del fegato non funziona come dovrebbe, i problemi possono aumentare. Così come le intolleranze alimentari sono collegate alla leaky gut, una detossificazione inefficiente del fegato è associata alla sindrome della fatica cronica, ad un’aumentata sensibilità alle sostanze chimiche, a fibromialgia, artrite, eruzioni cutanee, emicrania ed altro ancora.

Per mesi, tutte le notti tra le 2 e le 3 del mattino, ho avuto sfoghi su tronco e braccia come questi. Infiammazione, prurito da impazzire, risvegli ed insonnia (cortisolo!) fino al mattino. Una vera tortura. Adesso il problema è risolto.

Eruzione liscia (a dx) e con grattata (a sx) da vero zappatore.

skin-rashes

Ghiandole surrenali e cortisolo

Grandi come una noce e più leggere di un chicco d’uva le ghiandole surrenali comandano potenti ormoni che estendono la loro influenza sul nostro corpo e sulla nostra vita. Tra questi ormoni, c’è anche il cortisolo, che prodotto dalle ghiandole surrenali ha un’azione anti-infiammatoria, anti-insulinica ed anti-immunitaria, oltre a regolare, insieme alla melatonina il ritmo sonno-veglia. Livelli adeguati di questo ormone sono quindi di fondamentale importanza per il nostro benessere, sia di giorno che di notte.

Qui di seguito i risultati del mio ultimo test del cortisolo salivare.

risulati-cortisolo-salivare

1) Nel primo prelievo (ore 8.00), i valori dovrebbero essere al top del range per svegliarsi belli freschi. Quindi in prossimità del valore di 14.000 pg/ml. Nel mio caso siamo addirittura sotto il minimo (1.771 pg/ml). Non è un mistero che svegliarsi la mattina sia per me ancora piuttosto faticoso.

2) Nel prelievo di metà mattina (il 3° alle 12.00), i valori dovrebbero trovarsi nel quarto superiore ma non così alti come al mattino. Nel mio caso siamo sempre proprio al minimo del range (1.566 pg/ml), quando invece dovremmo trovarci con un valore di poco sopra i 4.500 pg/ml.

3) Nel prelievo delle 16.00 (4° prelievo) i valori dovrebbero trovarsi a metà del range. Ovvero circa 2.650 pg/ml. Nel mio caso siamo un po’ sopra (3.452 pg/ml). Ma soprattutto, quello che non va bene è il trend generale. Visto che dal risveglio in poi il cortisolo dovrebbe sempre diminuire fino all’ora in cui andiamo a dormire. E mai aumentare. Chiaramente per fare ciò, è opportuno che il livello del mattino sia al massimo.

4) Nel prelievo delle 23.00 i valori dovrebbero trovarsi al minimo del range per potersi addormentare facilmente. Nel mio caso siamo a 1.300 pg/ml quando invece dovremmo trovarci vicino a 300.

Di seguito il ritmo circadiano del mio cortisolo.

ritmo-circadiano-cortisolo

Per comparazione, questo di seguito è invece il risultato di un test che presenta un ritmo circadiano normale dei livelli di cortisolo durante la giornata. Purtroppo non è (ancora) il mio.

Auto-diagnosi di stanchezza surrenale in caso di cortisolo alto e basso

Ricevo, quasi quotidianamente, messaggi di persone che essendo sempre stanche, spossate, con sonno disturbato, sostengono di avere livelli di cortisolo alterati. Ma non solo. Credono di avere il cortisolo troppo alto o troppo basso. Tutto questo però, senza mai aver fatto il test del cortisolo salivare. E spesso, neppure del cortisolo ematico.

Quindi, provano ad indovinare, e sulla base di queste supposizioni ordinano integratori surrenali a base di erbe adattogene, corteccia surrenale e fosfatidilserina. Il punto però è che il ritmo circadiano del cortisolo varia durante le 24 ore. E quindi assumere di avere il cortisolo alto o basso (sempre che abbiate indovinato) ha poco senso, poiché non saprete mai a quale ora del giorno e della notte il vostro cortisolo è troppo alto o troppo basso. E di conseguenza, non saprete mai con esattezza quali integratori prendere e soprattutto in quale momento della giornata.

Vi faccio un esempio sul mio caso, dati i risultati del mio test del cortisolo pubblicati qui sopra.

Avendo un cortisolo molto basso al mattino, è evidente che c’è necessità di un supporto ghiandolare. Se però prendessi questo supporto dal primo pomeriggio in poi, esacerberei il problema, che si manifesta nel primo pomeriggio con un cortisolo già troppo elevato rispetto ad un livello ideale. Per cui, se la mattina prendo un po’ di corteccia surrenale bovina, nel pomeriggio fino a sera, ovvero alle 15, alle 18 ed alle 21, assumo sia Holy Basil che fosfatidilserina, in modo da agire con costanza nel ridurre i livelli di cortisolo fino a sera. Se, come fanno molti, prendete la fosfatidilserina prima di andare a dormire, in presenza di un ritmo circadiano simile al mio, rischiate di avere poco successo. Nel senso che, all’ora di andare a letto, avrete già esaurito la produzione naturale di cortisolo e ci sarà poco da fare (e da abbassare). Rimarrete svegli, e stranamente energici, a causa dell’adrenalina (di cui certamente non abbiamo bisogno quando andiamo a dormire).

Test del cortisolo ematico? Tempo sprecato.

In questi anni ho fatto il test del cortisolo ematico (sangue) decine e decine di volte. Il risultato era sempre, sempre, sempre nel range. Quindi, secondo il test ematico, il mio cortisolo era perfetto sia alla mattina che alla sera. Nonostante non riuscissi ad alzarmi la mattina e ad addormentarmi la sera. Questo perché l’esame del sangue calcola sia il cortisolo libero che quello legato alle proteine (indisponibile). Per cui, si possono avere valori nel range, quando in realtà il valore reale del cortisolo disponibile è molto inferiore a quanto risulta dal test.

Purtroppo il cortisolo nel sangue, quello che prescrivono tutti i medici, è poco utile, a meno che non abbiate già sviluppato la malattia Addison (no cortisolo) o Cushing (troppo cortisolo). Ma tra i due estremi, ci sono tante fasi in cui si può stare molto male, avere una vita orribile, da cui è possibile comunque riprendersi totalmente, solo conoscendo le informazioni che il test del cortisolo salivare potrà darvi.

Se intendete effettuare questo test, assicuratevi di interrompere qualsiasi terapia a base di corteccia surrenale, idrocortisone ma anche integratori con erbe adattogene di ogni tipo (Ashwagandha e simili) almeno per 15 giorni prima di effettuare il test (ovviamente dopo aver avto l’ok dal vostro medico). Altrimenti i risultati saranno falsati.

Di seguito il test salivare migliore che ho trovato in Europa, tra tutti quelli che ho trovato.una breve lista di laboratori Europei (UK) dove sarà possibile ordinare il kit online e riceverlo a casa per effettuare il test del cortisolo salivare. Una volta raccolti i campioni, dovrete rispedire il kit al laboratorio (come da istruzioni) e riceverete i risultati a mezzo e-mail.

Genova Diagnostics (UK)

Conclusioni

Quindi, supponiamo che dopo anni di dieta e stile di vita sfasate sviluppiate permeabilità intestinale. Un po’ non lo sapete (non avete fatto il test), un po’ non siete così motivati a cambiare alimentazione. Nel tempo, cominciate ad avere intolleranze alimentari di vario genere. Le reazioni sono molteplici ma mai troppo invasive. Anche se persiste una infiammazione sistemica costante. Se poi le condizioni sono particolarmente sfavorevoli (suscettibilità genetica, infezioni oltre a dieta e stile di vita), le reazioni autoimmuni iniziano a farsi largo.

Le vostre ghiandole surrenali sono costrette quindi a secernere cortisolo (effetto anti-infiammatorio) ad ogni ora del giorno per tamponare l’infiammazione. Nel frattempo, la permeabilità dell’intestino aumenta, ed il vostro fegato si vede sovraccaricato di tossine da smaltire, permeate dal vostro intestino. La digestione è scarsa (il rilascio continuo di cortisolo ha la precedenza su altre funzioni vitali come la digestione e l’immunità).

L’infiammazione aumenta e le ghiandole surrenali sono sempre al lavoro per combattere l’infiammazione. Intanto il fegato è sempre più affaticato e non riesce a fare tutto quello che dovrebbe. E allora anche le pelle inizia a diventare permeabile, tentando di espellere le tossine in eccesso attraverso prurito, dermatite, eczema. Ciò significa ancora più infiammazione che le surrenali, nella fase di resistenza, devono continuare a tamponare. Dopo mesi, se non anni in cui questa situazione persiste, le surrenali fanno sempre più fatica, e dalla fase di resistenza si passa alla fase di esaurimento. I sintomi peggiorano ed iniziate a sentirvi sempre stanchi, il sonno è poco, avete sempre freddo, la glicemia è sempre più instabile con crisi ipoglicemiche e voglia di consumare zuccheri, soprattutto la sera.

Quando le ghiandole surrenali sono affaticate, la produzione di cortisolo diminuisce con conseguente abbassamento dei livelli di cortisolo ematico. Con livelli ematici più bassi, il fegato ha qualche difficoltà a convertire il glicogeno in glucosio.

Oltre a questo, l’eccesso di tossine a causa della permeabilità intestinale rende il lavoro del fegato ancora più complicato. Intanto i grassi, le proteine e i carboidrati, non possono essere immediatamente convertiti in glucosio. E queste riserve, controllate dal cortisolo, sono fondamentali per raggiungere e mantenere livelli normali di zuccheri nel sangue, specialmente durante i periodi di stress. In questa condizione, una maggiore richiesta di glucosio risulta difficile da assecondare. Ed il risultato è l’ipoglicemia.

Questo è anche uno dei possibili motivi per cui una persona con livelli di cortisolo alterati ha difficoltà con diete molto low-carb e chetogeniche. Soprattutto perché il cortisolo è cruciale nella gluconeogenesi epatica.

Nel frattempo, la tiroide, inizia a perdere colpi. E quando diventiamo ipotiroidei per lunghi periodi di tempo, le ghiandole surrenali possono ulteriormente affaticarsi nel tentativo di produrre abbastanza cortisolo per compensare la funzione ridotta della tiroide.

Il cortisolo è necessario per la tiroide affinché gli ormoni possano raggiungere le cellule. E in caso di alterazione del cortisolo (sia alto, ma soprattutto basso) l’ormone attivo T3 non riesce a raggiungere le cellule ma rimane nel sangue, con esami da ipertiroideo ma con sintomi sia dell’ipo che dell’ipertiroidismo. Questo meccanismo si chiama pooling e può dipendere da vari fattori: livelli inadeguati di ferro, livelli alterati di cortisolo, sia alti che bassi.

La produzione di cortisolo intanto diminuisce sempre più, e qualunque dieta low-carb non riesce a sistemare i vostri problemi. Neppure glicemici. Anzi..

Soprattutto la notte, quando la gluconeogenesi si attiva sempre con maggiore difficoltà a causa di un fegato pigro e di livelli di cortisolo sempre più bassi. Si innesta un circolo vizioso a cui è possibile porre fine, ma senza sbagliare neppure una mossa.

Vi scrivo tutto questo, che ho sperimentato sulla mia pelle, per dirvi che in situazioni di questo tipo se non affrontiamo la situazione a 360°, sarà piuttosto difficile riuscire a superare il problema. Per cui, seguire la dieta alla lettera, senza ad esempio verificare (prima!) e sitemare poi il ritmo circadiano del cortisolo o senza rimuovere quei cibi che provacano intolleranze (anche se sono parte della paleodieta), non vi farà ottenere quasi niente, tranne che molta frustrazione. E’ questo il caso in cui facendo il 90% delle cose bene, il che già implica molte restrizioni e tanta disciplina, potreste comunque fallire nell’impresa, a discapito di quel 10%, nonostante tutta la buona volontà.

Chiudo riportandovi la lista degli integratori che assumo attualmente per i problemi sopraelencati. Come sempre, si tratta di una prescrizione valida esclusivamente per il sottoscritto e non per chi legge.

Integratori

  • N-Acetilcisteina
  • Vitamina C (acido ascorbico). Da prendere prima di andare a dormire. Recenti studi dimostrano che abbassi i livelli di cortisolo in piccole dosi (1 grammo).
  • Humic-Monolaurin Complex. Si tratta di un acido grasso derivato dall’olio di cocco (nel mio caso per ridurre l’impatto dell’Epstein-Barr, il virus della mononucleosi che ho avuto 20 anni fa e da cui, con molta probabilità sono cominciati tutti i problemi di salute).
  • IAG (arabinogalattano per il sistema immunitario)
  • Pork Pancreatic Enzymes (2 ad ogni pasto e 4 lontano dai pasti per riequilibrare la flora batterica. Se assunti lontano dai pasti contribuiscono all’eliminazione dei batteri patogeni).
  • Radice di Tarassaco / Dente di Leone (Dandelion root) e Cardo Mariano (Milk Thistle) per supportare il fegato nella fase di detox
  • Seriphos (Fosfatidilserina) e Holy Basil (Tulsi / Basilico Santo) per abbassare il cortisolo al pomeriggio e alla sera. La fosfatidilserina è sintetizzata dalla soia nel 99% dei prodotti in commercio. E se siete allergici o intolleranti anche a piccole dosi, questo prodotto non fa per voi. In molti studi scientifici, viene utilizzata la fosfatidilserina sintetizzata dalla corteccia bovina, ma questo prodotto non l’ho mai trovato e leggo che è proibito negli USA. Seriphos, il prodotto che utilizzo è sintetizzato da magnesio e calcio e stando agli ingredienti, non contiene soia.
  • Adrenal Cortex by Thorne Research (corteccia surrenale bovina per innalzare il cortisolo al mattino). Quando scegliete di utilizzare questi prodotti, controllate sempre che contengano solo corteccia surrenale (adrenal cortex) e non l’intera ghiandola surrenale bovina (adrenal grandular). Quest’ultima infatti contiene sia cortisolo che adrenalina. E chi ha livelli di cortisolo basso, non ha certo necessità di adrenalina (epinefrina), perché in pazienti con surrenali stressate e livelli di cortisolo basso, l’ultima cosa da fare è aggiungere ulteriore adrenalina.
  • Zen (GABA + L-Teanina)
  • Zinco (50 mg a prima di andare letto, con spuntino, aiutano a ridurre i livelli di cortisolo)

E la glutammina per la leaky gut???

Qualunque articolo sulla leaky gut, consiglia di assumere glutammina. Nel mio caso (e non solo), nonostante ci sia permeabilità intestinale, si è in presenza di disbiosi. Ed in questa situazione, la glutammina può andare a nutrire i batteri patogeni della flora batterica intestinale inficiando di fatto la gran parte dei benefici derivanti da una dieta e terapia adeguate.

Probiotici

Mi rendo conto solo adesso che sono 20 integratori + 4 probiotici al giorno (in effetti la dispensa è piena). Speriamo bene 😉 Eppure non sono mai stato meglio di così.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti chiedo un piccolo favore. Un click sul pulsante +1 qui sotto. A te non costa niente, per me vale moltissimo.

 

BONUS: per ricevere i contatti della mia nutrizionista e le istruzioni (modalità e costi) per ordinare i test di Cyrex Labs, clicca qui.

 

consulenza-bottom

376 Commenti

  1. Denis 14 aprile 2014
  2. Antonio 14 aprile 2014
  3. Skywalker 14 aprile 2014
  4. francesco 14 aprile 2014
  5. francesco 14 aprile 2014
  6. Mario 16 aprile 2014
  7. Mario 16 aprile 2014
  8. Mario 17 aprile 2014
  9. Gabriele 17 aprile 2014
    • daniele 18 giugno 2015
      • Gabriele 24 giugno 2015
    • gabriele 11 settembre 2015
    • Claudio 27 gennaio 2016
  10. Mario 18 aprile 2014
  11. Mario 18 aprile 2014
  12. simone 18 aprile 2014
  13. Skywalker 18 aprile 2014
  14. Skywalker 18 aprile 2014
  15. Pierangela 18 aprile 2014
  16. simone 19 aprile 2014
  17. simone 22 aprile 2014
  18. mario 22 aprile 2014
  19. Daniel 23 aprile 2014
  20. mario 27 aprile 2014
  21. Riccardo 27 aprile 2014
  22. medea 28 aprile 2014
  23. Stefano 28 aprile 2014
  24. mario 28 aprile 2014
  25. mario 28 aprile 2014
  26. Pierangela 28 aprile 2014
  27. mario 30 aprile 2014
  28. mario 30 aprile 2014
  29. ROBERTO90 1 maggio 2014
  30. Cristian 4 maggio 2014
  31. Marco 6 maggio 2014
  32. Camilla 16 maggio 2014
    • diana 3 agosto 2015
  33. Giuliana 17 maggio 2014
  34. sergio b 17 maggio 2014
  35. Marco 18 maggio 2014
  36. Antonio 19 maggio 2014
  37. Marco 19 maggio 2014
  38. sergio b 19 maggio 2014
  39. Marco 26 maggio 2014
  40. Nicola 28 maggio 2014
  41. Paola nicolai 29 maggio 2014
  42. Bibi 29 maggio 2014
  43. sergio b 30 maggio 2014
  44. Silvia 30 maggio 2014
  45. Silvia 30 maggio 2014
  46. Silvia 30 maggio 2014
    • riccardo 7 dicembre 2016
  47. Giovanni 2 giugno 2014
  48. Marco 4 giugno 2014
  49. Max 6 giugno 2014
  50. Flavia 6 giugno 2014
  51. Antonio 11 giugno 2014
  52. Max 14 giugno 2014
  53. Marco 15 giugno 2014
  54. sergio b 15 giugno 2014
  55. sergio b 15 giugno 2014
  56. sergio b 17 giugno 2014
  57. Marisa 19 giugno 2014
  58. Cristian 30 giugno 2014
  59. Maurizio 1 luglio 2014
  60. Cristian 8 luglio 2014
  61. sergio 14 luglio 2014
  62. sergio 17 luglio 2014
  63. Dejan 18 luglio 2014
  64. Carolina 26 luglio 2014
  65. Marco 30 luglio 2014
  66. Giovanna 6 agosto 2014
  67. sergio b 27 agosto 2014
  68. Antonietta Minicozzi 3 settembre 2014
  69. francesca 6 settembre 2014
  70. Silvia 17 settembre 2014
  71. Massimo 28 settembre 2014
  72. Carolina 1 ottobre 2014
  73. Eugenio 10 ottobre 2014
  74. maria vittoria 16 ottobre 2014
  75. agata 23 ottobre 2014
  76. Marta 24 ottobre 2014
  77. ida 26 ottobre 2014
  78. Francesca 2 novembre 2014
  79. Gabriele 2 novembre 2014
  80. Francesca 2 novembre 2014
  81. Gabriele 4 novembre 2014
  82. Marco 5 novembre 2014
  83. Gabriele 5 novembre 2014
  84. Gabriele 6 novembre 2014
  85. Flo 10 novembre 2014
  86. Flo 10 novembre 2014
  87. Arianna 12 novembre 2014
  88. Gabriele 19 novembre 2014
  89. Gabriele 19 novembre 2014
  90. Flo 20 novembre 2014
  91. Alessandra 21 novembre 2014
  92. Erik 24 novembre 2014
  93. Carolina 25 novembre 2014
  94. Luca 26 novembre 2014
  95. Erik 27 novembre 2014
  96. stefano 27 novembre 2014
  97. tania 30 novembre 2014
  98. Federica Giacosa 8 dicembre 2014
  99. desy 14 dicembre 2014
  100. alessandra 14 dicembre 2014
  101. Alessandra 15 dicembre 2014
  102. Roberto 8 gennaio 2015
  103. Maurizio 8 gennaio 2015
  104. eva 15 gennaio 2015
  105. Claudia 19 gennaio 2015
  106. Raffaele 21 gennaio 2015
  107. paolo 23 gennaio 2015
  108. Laura 26 gennaio 2015
  109. moira 30 gennaio 2015
  110. paolo 4 febbraio 2015
  111. marco 6 febbraio 2015
  112. paolo 6 febbraio 2015
  113. Paolo 12 febbraio 2015
  114. simona 20 febbraio 2015
  115. paolo 23 febbraio 2015
  116. Miky 27 febbraio 2015
  117. Fab 3 marzo 2015
  118. michele 12 marzo 2015
  119. Nesi Meissner 15 marzo 2015
  120. Licia 17 marzo 2015
  121. riccardo 17 marzo 2015
  122. eva 19 marzo 2015
  123. Marcia Andreia 22 marzo 2015
  124. eva 23 marzo 2015
  125. Paolo 7 aprile 2015
  126. maria cristina 8 aprile 2015
  127. stefano 12 aprile 2015
  128. Marilena 23 aprile 2015
  129. Antonella 28 aprile 2015
  130. Andrea 30 aprile 2015
  131. grazia 3 maggio 2015
  132. Giorgio Bognetti 5 maggio 2015
  133. Giorgio Bognetti 5 maggio 2015
  134. Micaela F. 8 maggio 2015
  135. Marina 8 maggio 2015
    • Monica 2 dicembre 2015
  136. Micaela F. 8 maggio 2015
  137. diana 10 maggio 2015
  138. elena 20 maggio 2015
  139. Andrea 27 maggio 2015
  140. Apple 28 maggio 2015
  141. Alice Berno 29 maggio 2015
  142. Michele 4 giugno 2015
    • Gabriele 15 giugno 2015
  143. Giulia 6 giugno 2015
  144. Tatiana 12 giugno 2015
  145. elena 19 giugno 2015
    • Gabriele 24 giugno 2015
  146. Umbè 23 giugno 2015
  147. Umberto 23 giugno 2015
    • Gabriele 24 giugno 2015
      • Umberto 24 giugno 2015
  148. Michele 5 luglio 2015
    • Gabriele 10 luglio 2015
  149. Erik 28 luglio 2015
    • Gabriele 29 luglio 2015
  150. Simone 28 luglio 2015
    • Gabriele 29 luglio 2015
  151. elena 20 agosto 2015
  152. Giorgia 25 agosto 2015
    • Marco 5 novembre 2014
    • MONIKA 21 gennaio 2015
  153. constantin luiza 9 settembre 2015
  154. anonimo 23 settembre 2015
  155. Maria Cristina puccinelli 27 settembre 2015
  156. Anna 11 ottobre 2015
  157. Carla 28 ottobre 2015
    • Gabriele 28 ottobre 2015
  158. Marina 12 gennaio 2016
  159. Fulvia 6 marzo 2016
  160. Alexander 8 marzo 2016
  161. tascia delfini 19 marzo 2016
  162. Antonio 25 marzo 2016
  163. Michelasso 28 aprile 2016
  164. Manuela 7 luglio 2016
  165. andrea 20 luglio 2016
  166. werner besson 23 agosto 2016
  167. Marco 10 settembre 2016
  168. angelo saracini 2 ottobre 2016
  169. bianca rosa 20 ottobre 2016
  170. arianna pesce 25 ottobre 2016
  171. nunzio 4 novembre 2016
  172. Antonia Dipalma 15 novembre 2016
  173. Lara 16 gennaio 2017
  174. Cristina 3 febbraio 2017
  175. Antonio 6 febbraio 2017
  176. davide de santis 3 marzo 2017
  177. antonio 10 aprile 2017
    • Gabriele 10 aprile 2017
      • Antonio 17 aprile 2017
  178. Gabriele 14 aprile 2014
  179. fiorella 28 maggio 2014
  180. daria 24 giugno 2014
  181. Sara 21 febbraio 2015
  182. Silvia 26 marzo 2015
  183. Gabriele 14 aprile 2014
  184. Gabriele 14 aprile 2014
  185. Gabriele 14 aprile 2014
  186. sonia 15 aprile 2014
  187. anna maria 12 maggio 2014
  188. paolo 23 gennaio 2015
  189. Ricky 15 marzo 2015
  190. luca 26 aprile 2015
  191. Gabriele 15 aprile 2014
  192. Gabriele 15 aprile 2014
  193. Gabriele 15 aprile 2014
  194. francesco 15 aprile 2014
  195. francesco 15 aprile 2014
  196. Alessandra 29 aprile 2015
  197. francesco 15 aprile 2014
  198. Gabriele 16 aprile 2014
  199. Gabriele 16 aprile 2014
  200. Skywalker 16 aprile 2014
  201. francesco 16 aprile 2014
  202. francesco 16 aprile 2014
  203. Gabriele 16 aprile 2014
  204. Gabriele 16 aprile 2014
  205. Gabriele 16 aprile 2014
  206. Gabriele 17 aprile 2014
  207. Skywalker 17 aprile 2014
  208. Gabriele 17 aprile 2014
  209. Gabriele 18 aprile 2014
  210. Gabriele 18 aprile 2014
  211. Gabriele 18 aprile 2014
  212. Gabriele 18 aprile 2014
  213. Gabriele 18 aprile 2014
  214. Gabriele 18 aprile 2014
  215. Skywalker 18 aprile 2014
  216. Skywalker 27 aprile 2014
  217. Gabriele 18 aprile 2014
  218. Skywalker 18 aprile 2014
  219. Gabriele 19 aprile 2014
  220. Gabriele 19 aprile 2014
  221. Skywalker 19 aprile 2014
  222. Pierangela 19 aprile 2014
  223. Gabriele 22 aprile 2014
  224. Gabriele 22 aprile 2014
  225. Gabriele 27 aprile 2014
  226. simone 28 aprile 2014
  227. Gabriele 27 aprile 2014
  228. Gabriele 27 aprile 2014
  229. Rita 28 aprile 2014
  230. Skywalker 28 aprile 2014
  231. Skywalker 28 aprile 2014
  232. Gabriele 28 aprile 2014
  233. Riccardo 28 aprile 2014
  234. Riccardo 28 aprile 2014
  235. Riccardo 28 aprile 2014
  236. Skywalker 28 aprile 2014
  237. Silvia 14 giugno 2014
  238. Riccardo 28 aprile 2014
  239. Gabriele 28 aprile 2014
  240. Gabriele 29 aprile 2014
  241. Gabriele 29 aprile 2014
  242. Gabriele 30 aprile 2014
  243. Gabriele 1 maggio 2014
  244. Gabriele 2 maggio 2014
  245. Gabriele 5 maggio 2014
  246. Gabriele 6 maggio 2014
  247. Gabriele 12 maggio 2014
  248. anna 15 giugno 2014
  249. Gabriele 17 maggio 2014
  250. Gabriele 18 maggio 2014
  251. Gabriele 19 maggio 2014
  252. Gabriele 19 maggio 2014
  253. Gabriele 19 maggio 2014
  254. Gabriele 19 maggio 2014
  255. Camilla 19 maggio 2014
  256. Gabriele 27 maggio 2014
  257. Denis 27 maggio 2014
  258. Gabriele 27 maggio 2014
  259. Gabriele 28 maggio 2014
  260. Gabriele 29 maggio 2014
  261. Gabriele 29 maggio 2014
  262. Gabriele 30 maggio 2014
  263. Gabriele 30 maggio 2014
  264. Gabriele 30 maggio 2014
  265. sergio b 30 maggio 2014
  266. sergio b 30 maggio 2014
  267. Gabriele 30 maggio 2014
  268. Denis 30 maggio 2014
  269. Gabriele 31 maggio 2014
  270. Gabriele 2 giugno 2014
  271. Gabriele 5 giugno 2014
  272. c. 9 giugno 2014
  273. Gabriele 9 giugno 2014
  274. Gabriele 9 giugno 2014
  275. Gabriele 10 giugno 2014
  276. Gabriele 11 giugno 2014
  277. Marco 14 giugno 2014
  278. M. 14 giugno 2014
  279. Gabriele 16 giugno 2014
  280. Gabriele 16 giugno 2014
  281. Gabriele 16 giugno 2014
  282. Gabriele 16 giugno 2014
  283. Gabriele 16 giugno 2014
  284. Silvia 17 giugno 2014
  285. Gabriele 16 giugno 2014
  286. Gabriele 16 giugno 2014
  287. Gabriele 16 giugno 2014
  288. Marco 17 giugno 2014
  289. Marco 17 giugno 2014
  290. Davide 24 giugno 2014
  291. Carolina 26 luglio 2014
  292. Gabriele 1 luglio 2014
  293. Maurizio 1 luglio 2014
  294. Simona 3 luglio 2014
  295. chiara 9 agosto 2014
  296. Gianna 11 settembre 2014
  297. Gabriele 8 luglio 2014
  298. Gabriele 8 luglio 2014
  299. Gabriele 8 luglio 2014
  300. Gabriele 15 luglio 2014
  301. Gabriele 21 luglio 2014
  302. Gabriele 21 luglio 2014
  303. Gabriele 21 luglio 2014
  304. Gabriele 27 luglio 2014
  305. Gabriele 30 luglio 2014
  306. Marco 31 luglio 2014
  307. Gabriele 31 luglio 2014
  308. carolina 31 luglio 2014
  309. Gabriele 31 luglio 2014
  310. Gabriele 11 agosto 2014
  311. Gabriele 5 settembre 2014
  312. Gabriele 5 settembre 2014
  313. Gabriele 6 settembre 2014
  314. Gabriele 17 settembre 2014
  315. Gabriele 19 settembre 2014
  316. Gabriele 29 settembre 2014
  317. Gabriele 1 ottobre 2014
  318. Colella Anthony 5 ottobre 2014
  319. Pilar 14 novembre 2014
  320. Laura G. 11 dicembre 2014
  321. Maria Grazia 18 aprile 2015
  322. Gabriele 24 ottobre 2014
  323. Gabriele 24 ottobre 2014
  324. Gabriele 24 ottobre 2014
  325. Gabriele 24 ottobre 2014
  326. Gabriele 24 ottobre 2014
  327. Gabriele 29 ottobre 2014
  328. Gabriele 1 dicembre 2014
  329. Gabriele 8 gennaio 2015
  330. Gabriele 30 gennaio 2015
  331. MOIRA 31 gennaio 2015
  332. Alessandra 10 febbraio 2015
  333. Gabriele 25 febbraio 2015
  334. Gabriele 27 febbraio 2015
  335. paolo 28 febbraio 2015
  336. Gabriele 12 marzo 2015
  337. Gabriele 17 marzo 2015
  338. Gabriele 17 marzo 2015
  339. Gabriele 17 marzo 2015
  340. Gabriele 23 marzo 2015
  341. Gabriele 25 marzo 2015
  342. Gabriele 25 marzo 2015
  343. Gabriele 25 marzo 2015
  344. Gianni 27 marzo 2015
  345. Licia 1 aprile 2015
  346. Gabriele 22 aprile 2015
  347. Gabriele 30 aprile 2015
  348. Gabriele 8 maggio 2015
  349. Micaela F. 8 maggio 2015
  350. Gabriele 8 maggio 2015
  351. Gabriele 28 maggio 2015
  352. Andrea 28 maggio 2015
  353. Gabriele 15 giugno 2015
  354. Paolo 25 giugno 2015
  355. Michele 10 luglio 2015
  356. gabriele 11 settembre 2015
  357. andrea 20 luglio 2016

Rispondi a Gabriele Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi su Facebook ⇒
+